Rassegna stampa

Categorie: Politica, Fatti, Economia&Aziende

Tav Tac, Il Mattino di Padova: A rilento per 25 anni tra rebus Vicenza e bufala "balneare". E, aggiungiamo, contraddizioni di Variati

Domenica 5 Febbraio alle 10:49
ArticleImage Da Venezie Post

Alla fine il governo ha sciolto il grande nodo di Vicenza che per anni ha appeso a un filo il proseguimento dell'alta velocità a Est d'Italia. Scrive Eleonora Vallin su "Il Mattino di Padova": "Il 1 febbraio il ministro Graziano Delrio ha firmato il protocollo d'intesa per l'attraversamento del capoluogo berico. Ora Rfi e Italferr procederanno alla progettazione preliminare che dovrà concludersi ad agosto. Il progetto da 805 milioni prevede il mantenimento della stazione storica di via Roma, una nuova fermata in Fiera e una serie di opere complementari per 250 milioni tra cui un filobus sull'asse Est-Ovest.

Continua a leggere

Dopo dieci anni la crisi è a tripla V?

Domenica 20 Marzo 2016 alle 11:39
ArticleImage È diventato ormai un luogo comune paragonare la crisi di oggi a quella del 1929, ossia alla più grave crisi delle economie capitalistiche prima dell'attuale. E tuttavia, nel decimo anno dall'inizio della crisi ( 2007), forse sta diventando più chiaro che i tratti distintivi della crisi attuale sono assai diversi da quelli del '29. Il primo tratto è il suo profilo temporale. La crisi attuale non è stata né a V (crollo e rapida ripresa), né a U (caduta e lenta ripresa), né a L (caduta seguita da stagnazione), e forse neppure a W (double dip, ossia caduta, finta ripresa, nuova caduta), come credevamo fino a un anno fa, quando ci si illudeva di essere all'inizio di un nuovo periodo di crescita. A giudicare dai segnali di rallentamento degli ultimi trimestri, la W (doppia V) potrebbe tramutarsi in tripla V (triple-dip, con terzo tuffo tra il 2016 e il 2017), come qualche economista aveva profeticamente congetturato fin dal 2013-2014.

Continua a leggere

Germania esporta beni e debito: sottoscritti da stranieri 1.239 mld di bund pari al 56,8%. Solo il 33,6% per l'Italia che si autofinanzia

Domenica 21 Febbraio 2016 alle 10:39
ArticleImage La Germania è universalmente nota come un grande Paese esportatore di manufatti. Pochi sanno invece che è anche la nazione europea maggiore esportatrice di debito pubblico. Infatti, il debito tedesco finanziato da non residenti ha raggiunto a fine 2014 quota 1.239 miliardi di euro, il livello più alto della Ue, davanti alla Francia (1.165 miliardi) e all'Italia (molto più distaccata con 716 miliardi). Secondo la Bundesbank, a fine 2014 il debito pubblico tedesco era pari complessivamente a 2.184 miliardi di euro.

Continua a leggere

"Vicenza romana", nascosta a turisti e vicentini

Domenica 6 Settembre 2015 alle 17:22
ArticleImage Il mosaico in marmo, la domus, le terme, il foro. Sotto l’asfalto del centro storico di Vicenza, ma anche fuori dalle mura, resiste la città sotterranea. E la Vicenza Romana: documentata e visibile, ma solo teoricamente.  Nonostante la cartellonistica, i dépliant e il sito internet, chi vuole scoprire «Vicetia» deve armarsi di pazienza e accettare di non poter visitare tutti i siti esistenti e mappati, senza aver programmato il tour nel dettaglio.

Continua a leggere
Categorie: Internet

Telegram, 10 miliardi di messaggi al giorno per l'anti-Whatsapp

Mercoledi 2 Settembre 2015 alle 10:34
ArticleImage Fermate tutto, ci siamo sbagliati: la privacy sul web non è affatto morta. Anzi. Le notizie sulla sua scomparsa — perché alle nuove generazioni non gliene importerebbe nulla di regalare tutti i propri dati personali — sono largamente esagerate. La notizia piuttosto è che qualche giorno fa Telegram ha toccato i 10 miliardi di messaggi distribuiti in un solo giorno.

Continua a leggere

Matteo Marzotto a Il Sole 24 Ore: "locali e globali allo stesso tempo"

Mercoledi 2 Settembre 2015 alle 09:56
ArticleImage Matteo Marzotto e il suo team raccolgono i frutti di oltre un anno di lavoro e rinnovamenti di Fiera di Vicenza e in particolare di VicenzaOro, manifestazione di punta dell’ente veneto. Presidente esecutivo di Fiera di Vicenza dall’inizio del 2014, l’imprenditore e manager, che ha lavorato in piena sintonia con il direttore generale Corrado Facco, ha molte aspettative per l’edizione che sta per aprirsi.

Continua a leggere

Equimpresa in Veneto per riequilibrare i rapporti con lo Stato

Mercoledi 2 Settembre 2015 alle 09:47
ArticleImage Nel nome - Equimpresa - c’è tutto il suo significato: uno strumento nuovo, capace di riequilibrare i rapporti fra lo Stato e le imprese. L’idea nasce dai Giovani di Confindustria Veneto, e dopo un’estate di lavoro sugli aspetti tecnici è pronta a muovere i passi formali, con l’obiettivo di dare una risposta concreta alle difficoltà delle imprese, aggravate dai ritardi di pagamento da parte delle Pubbliche amministrazioni.

Continua a leggere

Bilancio Regione, la verità di Zaia: "ridate al Veneto i suoi soldi"

Domenica 30 Agosto 2015 alle 17:33
ArticleImage «Noi abbiamo seguito le indicazioni del governo e se ora la Consulta dice che c’è un problema, è del governo e delle Regioni che hanno usato male i fondi, non certo del Veneto». Per il presidente Luca Zaia, la sentenza che boccia il modo con cui le Regioni hanno contabilizzato i prestiti dello Stato per pagare i fornitori, e che apre un buco potenziale di 20 miliardi nei loro conti, oltre a un danno di un miliardo e mezzo, quanto costerebbe al Veneto, rappresenta una beffa.

Continua a leggere

Buco conti Regioni, il Corriere della Sera: a rischiare di più anche il Veneto

Sabato 29 Agosto 2015 alle 16:08
ArticleImage «Se non facessimo qualcosa, saremmo il primo e unico Paese della zona euro a introdurre i saldi strutturali di bilancio, che continuiamo a contestare a Bruxelles per come vengono calcolati, anche a livello subnazionale, per le Regioni e i Comuni». A Palazzo Chigi meditano una bella marcia indietro. La legge varata dal governo Letta nel 2012 per attuare il pareggio di bilancio previsto dalla Costituzione anche agli enti territoriali, è troppo complicata, e troppo rigida.

Continua a leggere

Salone Pasubio, lo spazio comunale sotterraneo prova a tornare alla "luce"

Sabato 29 Agosto 2015 alle 15:44
ArticleImage Il paradosso è che l’hanno chiamato «salone Pasubio». Cioè l’unico spazio comunale sotterraneo del capoluogo porta il nome del monte più alto del Vicentino. Una contraddizione che arricchisce, ancora di più, la storia dei locali nascosti nel cuore della città. Uno spazio passato da sede di un supermercato a sala eventi, da ufficio a deposito fino ad archivio comunale.

Continua a leggere
<| |>





Commenti degli utenti

Domenica 20 Agosto alle 16:59 da kairos
In Soprintendenza boccia allestimento che "nasconde" Basilica, Bulgarini: c'è allergia ai progetti innovativi

Mercoledi 26 Luglio alle 21:43 da kairos
In Per il Torrione a Coppola Bulgarini è proprio fuori dal Comune: attributo o auspicio?
Gli altri siti del nostro network