Caricamento...

Vicenza calcio, i tifosi si danno appuntamento in via Schio

Non vi sono certezze sul luogo di svolgimento del decisivo Cda di Vi.Fin, la holding che controlla il Vicenza calcio. I tifosi biancorossi, che nel fine settimana hanno comunque festeggiato il loro amore per la maglia dello storico Lane, però si sono dati un appuntamento: tutti in via Schio, serve esserci per dire basta. Le decisioni verranno prese altrove, ma ai tifosi non interessa. La Sud vuole dare un segnale e ricevere risposte.  Il fine settimana, infatti,  ha portato la situazione al paradossale: a suon di comunicati Alfredo Pastorelli e Marco Franchetto hanno messo in piazza le loro ragioni, dimostrando a tutti quanta distanza c'è tra le due parti. Il destino del club resta appeso ad un filo mentre due diversi compratori si sono affacciati alle porte di via Schio. La proposta arabo-lussemburghese di Boreas Capital sembra al momento l'unica tenuta in considerazione da Vi.Fin, ma l'avvocato  Gerardo Meridio, che parla per la cordata "genovese" insiste: "Siamo seri".

 

Continua a leggere

Notte bianca di Vicenza del 24 giugno, vietato somministrare e vendere bottiglie o lattine da asporto

ArticleImage Perché la Notte bianca di Vicenza, in programma dal pomeriggio di sabato 24 giugno fino alle 3 di domenica mattina, sia una grande festa senza pericolo per la sicurezza e la salute dei partecipanti, sarà vietato somministrare e vendere bevande da asporto in bottiglie di vetro e lattine. Il divieto è contenuto in un'ordinanza firmata questa mattina dal sindaco Achille Variati in ottemperanza a una precisa richiesta della questura di Vicenza. La somministrazione e la vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro o lattine scatta dalle 18 di sabato 24 alle 3 di domenica 25 giugno per esercizi pubblici, venditori ambulanti e esercizi commerciali che operano all'interno delle aree interessate dai numerosi eventi della manifestazione e comunque in tutte nelle vie e piazze del centro storico.

Continua a leggere

Giorgio Langella e PCI Veneto: al convegno Anpi - Giuristi Democratici di venerdì si parli anche di morti sul lavoro

ArticleImage Giorgio Langella, segretario del PCI Veneto, ci invia la risposta, che pubblichiamo, all'invito al convegno promosso da ANPI e Giuristi Democratici  di Venerdì 23 giugno ore 17.00 in Sala Stucchi, Palazzo Trissino, Vicenza su "Resistenza e diritto di resistenza. Dalla lotta antifascista all'esperienza No Dal Molin a Vicenza. Con quali mezzi i cittadini possono opporsi alla violazione dei diritti costituzionali?")

Approfitto per esprimere un pensiero (che poi è una richiesta esplicita). Tra i diritti costituzionali violati ogni giorno penso si debbano tenere in debito conto quelli del lavoro, a partire da quelli della sicurezza nei luoghi di lavoro. Dall'inizio dell'anno sono morti oltre 300 lavoratori (è il dato più alto dal quando l'Osservatorio indipendente di Bologna morti sul lavoro - che documenta i caduti sul lavoro, anche quelli "non assicurati Inail" - operai).

 

Continua a leggere

Possibile problema alla struttura di un ponte a Borgo Berga sul Retrone, fiume comunque lì inaccessibile per eccesso di cemento

ArticleImage Gent. direttore, vi scrivo per segnalare un possibile problema alla struttura di un ponte nel complesso di Borgo Berga: ieri ho partecipato al sit-in contro la Miteni e l'inquinamento da PFAS davanti al tribunale di Vicenza. Visto che il Retrone, che passa proprio davanti al tribunale, è uno dei principali "esutori " (esutore in speleologia e in geologia significa sorgente, corso d'acqua che drena un sistema sotterraneo, ndr) del sistema acquifero inquinato dalla Miteni, ho raggiunto il tribunale via acqua in kayak e ho ormeggiato il mezzo proprio fra i due ponti di via Gallo e di via Oliva, con un cartello "No Pfas" sopra. La risalita dal fiume verso il tribunale è stata alquanto difficile in quanto la sistemazione delle sponde è stata realizzata senza nessun rispetto per il diritto di accesso alle acque pubbliche, rendendo quasi impossibile a chiunque l'accesso al fiume. 

Continua a leggere

Commercio e "La nuova via della seta", Italia ed Europa si preparino allo Tsunami del Made in China: il commento di Michele Geraci

ArticleImage La Cina continua a spingere su più fronti per conquistare il mercato mondiale del manifatturiero, facendo leva su valori occidentali quali il libero mercato e lo sviluppo della finanza internazionale. I politici dell'Occidente, adulati dal fatto che la Cina accetti finalmente il nostro modo di pensare, ci cascano, dimentichi della leggenda del cavallo di Troia. In questi giorni, in un workshop tenuto presso la Nottingham University a Ningbo, uno dei porti più importanti del mondo da cui partono i vari container per l'Asia, Medio Oriente ed Europa, si è parlato de La Nuova Via Della Seta, iniziativa promossa dal presidente Xi Jinping per promuovere il commercio e gli investimenti tra Cina e paesi dell'Asia Centrale. 

Continua a leggere

Bilancio Partecipativo, oggi gli esiti di una votazione on line a dir poco "maneggiabile", ergo illecita

ArticleImage Non ho una grande conoscenza del "sistema bilancio partecipativo", ma ho vissuto una recente esperienza molto lontana dalla mia ottica di trasparenza. Tutto quello che si può sapere, si apprende dal sito , ultimo aggiornamento dicembre 2015. Quanto siano legittime le votazioni on line non è dato a spiegare. In Estonia si vota on line dal 2007, ma serve una carta di identità elettronica e si vota via computer e non con telefonino. Sono stati fatti esperimenti negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Irlanda, in Norvegia, In Finlandia, nei Paesi Bassi e in Germania; tutti più o meno falliti per motivi più o meno tecnici...La lingua italiana ci permette di chiamare la stessa cosa con tanti nomi diversi.

Continua a leggere

L'Associazione Archetipo chiede il tuo aiuto per il Bilancio partecipativo: per restaurare il cimitero acattolico di Vicenza scegli il progetto n. 17

ArticleImage L'Associazione Archetipo si propone alla cittadinanza, senza alcuna mera finalità lucrativa, per il restauro del cimitero acattolico di Vicenza, sito da anni abbandonato (qui la photo gallery) e a cui restauro sarà destinato l'intero importo che potrà arrivare dall'adesione numerosa al bilancio partecipativo del Comune di Vicenza (clicca qui www.comune.vicenza.it/servizi/bilpart2017/index.php, segui le istruzioni e scegli il progetto n. 17) Perché scegliere questo progetto? Per restituire un pezzo di storia alla città che seppur a maggioranza cattolica deve il suo sviluppo anche al contributo di cittadini di religione diversa. Se le sepolture protestanti sono di più facile comprensione, quelle ebraiche risentono dell'eterna diaspora e a Vicenza s'incontrano due tipi di tombe: la lastra tombale perpendicolare parzialmente interrata, chiamata stele, di tradizione askenazita e la tomba con lastra orizzontale, di solito usata dai sefarditi.

Continua a leggere

Liliana Zaltron e M5S: in via Nicotera l'asfalto ha ceduto provocando buca di 40 centimetri

ArticleImage Le voragini, buche profonde nel sottosuolo, non sono da confondersi con la rottura del manto stradale causata "dall'usura che si associa anche ai danni causati giorno dopo giorno dalle intemperie". Quella di Via Nicotera non è neppure da ricondursi "ad un problema che riguarda la rete del gas", perché non è stato avvertito l'odore tipico dello stesso. La voragine, come tutte le altre, è causata, molto probabilmente, dalla rottura della fognatura che, a poco a poco, si porta all'interno il materiale del sottofondo stradale, per cui, dopo un po' di tempo, si nota il buco sull'asfalto, mentre sotto la caverna è ben più ampia.

Continua a leggere

Su Borgo Berga Italia Nostra, Legambiente e Comitato contro gli abusi edilizi denunciano: l'ANAC chiede a Corte dei Conti di valutare il danno erariale del comportamento illegittimo del Comune di Vicenza

ArticleImage Su Borgo Berga "le risultanze dell'Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) confermano il comportamento illegittimo del Comune in relazione alla mancanza di gara pubblica per la realizzazione delle opere di urbanizzazione e il calcolo "scorretto" dei benefici pubblici rispetto a quelli privati. Di conseguenza l'ANAC chiede alla Corte dei Conti di accertare l'esistenza di danno erariale": a sostenerlo in una nota che pubblichiamo è Giovanna Dalla Pozza Peruffo, presidente di Italia Nostra sezione di Vicenza, che, a nome anche di Legambiente e Comitato contro gli abusi edilizi, che aggiunge che i rilievi dell'ANAC si aggiungono a quelli contenuti nel recente rapporto redatto dagli ispettori del WHC - ICOMOS che denunciano l'effetto "devastante" del complesso edilizio di Borgo Berga sul territorio.

Continua a leggere

Bilancio partecipativo, Cordova: "Sono ben 4883 i cittadini che hanno votato fino ad ora"

ArticleImage Superati i votanti del 2016, fino al 15 giugno si può scegliere il progetto preferito preferito

Ancora per pochi giorni si potrà votare il progetto preferito del bilancio partecipativo. C'è tempo fino al 15 giugno, ma i voti pervenuti superano già la quota del 2016: ad oggi sono pervenuti 4.883 voti mentre nel 2016 ne sono arrivati 4.710 in totale. "Abbiamo già raggiunto un ottimo risultato e questa è una grande soddisfazione - sottolinea l'assessore alla partecipazione Annamaria Cordova -. Ricordo che chi non lo ha ancora fatto può collegarsi al sito del Comune o recarsi nelle sedi delle circoscrizioni per sostenere il progetto preferito, ideato da persone attive, disponibili, che donano il loro tempo per far concretizzare idee".

Continua a leggere

Nomadi e piazzole aree di sosta Cricoli e Diaz, Francesco Rucco per Idea Vicenza: si applichi il regolamento!

ArticleImage Apprendiamo in queste ore il rendiconto dei pagamenti parziali dei canoni per le piazzole di sosta nei campi nomadi di Viale Diaz e Viale Cricoli - scrive nella nota che pubblichiamo Francesco Rucco, capogruppo comunale di Idea Vicenza -. In larga parte disattesi i canoni previsti dai regolamenti, riteniamo che l'Amministrazione debba applicare alla lettera il regolamento facendo presente che è imminente la revoca delle concessioni. Si tratta per la verità di cifre modeste ma che il Comune deve pretendere per non creare, come ha già fatto per le bollette anche nel recente passato, una disparità di trattamento tra cittadini. Attendiamo poi entro fine giugno di conoscere le modalità e le tempistiche di pagamento delle bollette arretrate per l'acqua, nonché il rendiconto da AIM per luce e gas. Idea Vicenza continuerà a vigilare.

Continua a leggere
<| |>

Speciale ViPiù
ViPiù Top News
Gli altri siti del nostro network
Commenti degli utenti

Martedi 30 Maggio alle 10:57 da kairos
In Troppi senzatetto? La soluzione c'è: alè e via i sottotetti... dall'Alì di Via Rossini

Venerdi 19 Maggio alle 10:05 da zenocarino
In Variati: “I tagli alle Province sono tagli ai servizi. Facciamo appello alla responsabilità del Parlamento”
Meteo regionale
Meteo Veneto